COOPERAZIONE BILATERALE

Space economy, più forte l’alleanza Italia-Giappone

Consolidamento e sviluppo delle collaborazioni industriali e scientifiche tra enti pubblici e privati per costituire un network di potenziali partner commerciali e strategici

07 Apr 2023

Nicola Desiderio

Saccoccia Yamakawa

Italia e Giappone intensificano ulteriormente la loro collaborazione nel campo dello spazio. L’Ambasciata d’Italia in Giappone ha organizzato infatti le “Giornate Italiane dell’Innovazione: capitolo spazio” ospitate dall’Università di Tokyo in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), l’Agenzia Spaziale giapponese (Jaxa), la Society of Japanese Aerospace Companies (Sjac), la Federazione delle Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza (Aiad), l’Associazione delle Imprese per le Attività Spaziali (Aipas) e Associazione per i Servizi, le Applicazioni e le Tecnologie ICT per lo Spazio (Asas).

La delegazione italiana

L’evento ha visto la partecipazione del presidente dell’Asi, Giorgio Saccoccia, dell’Ambasciatore d’Italia in Giappone, Gianluigi Benedetti, del ministro Tsuyoshi Hoshino, del presidente di Jaxa, Hiroshi Yamakawa (nella foto insieme a Saccoccia) e degli astronauti Roberto Vittori e Naoko Yamazaki. Le giornate hanno l’obiettivo di consolidare le collaborazioni già esistenti tra enti pubblici e privati nella space economy e crearne di nuove sia a livello industriale sia scientifico con partner commerciali e strategici.

WHITEPAPER
Droni e space economy: cosa dice il mercato? E cosa dice la legge?
E-Commerce
Precision agricolture

Industria e mondo scientifico

A seguito della delegazione politica e di rappresentanza italiana, c’era anche quella industriale costituita da Arca Dynamics, E-Geos, Leonardo, Thales Alenia Space, Tyvak International e Evolunar. C’era anche una rappresentanza accademica e scientifica capitanata dal direttore della direzione Scienza e Ricerca dell’ASI, Mario Cosmo, che ha incontrato Hitoshi Kuninaka, vicepresidente di Jaxa e Direttore Generale dell’Istituto di Scienze Spaziali e Astronautiche (Isas),

Convergenza strategica

Le Giornate fanno seguito al vertice tra il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e il primo ministro giapponese, Fumio Kishida, all’incontro avvenuto a Tokyo tra il ministro della Difesa, Guido Crosetto, con il suo omologo nipponico Yasukazu Hamada. Nell’occasione c’è stata anche una riunione trilaterale con Ben Wallace, titolare del corrispondente dicastero per la Gran Bretagna. Come è noto, tra i tre paesi c’è l’accordo Global Combat Air Programme (Gcap) per sviluppare un aereo da combattimento di sesta generazione entro il 2035.

Collaborazione consolidata

La vicinanza tra Italia e Giappone per lo spazio ha radici molto profonde e riguarda diversi settori, l’ultimo dei quali in ordine di tempo riguarda l’Osservazione dell’Universo con la missione Solar-C che sarà lanciata a metà decennio e, grazie al telescopio Euvst (EUV High-throughput Spectroscopic Telescope), studierà le radiazioni Uv e il plasma prodotti dal sole. Anche in occasione dell’ultima edizione della Giornata Nazionale dello Spazio, l’Ambasciata italiana a Tokyo ha ospitato un evento che ha visto la partecipazione, tra gli altri, proprio degli astronauti Roberto Vittori e Naoko Yamazaki.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4