L'ANNUNCIO

Urso: “Presenteremo un collegato Spazio alla legge di Stabilità”

Il ministro per le Imprese: “La legge definirà le attività dell’uomo. Puntiamo a incrementare la nostra leadership nel settore”

22 Ago 2023

Paolo Marelli

Adolfo Urso

“L’Italia, pur essendo ancora oggi una grande potenza spaziale, sostanzialmente la sesta al mondo, con imprese grandi e piccole e un ecosistema molto competitivo, non ha ancora una legge sullo Spazio, a differenza di altri paesi europei, e una legge sullo Spazio oggi è ancor più necessaria”. 

Così Adolfo Urso, ministro delle Imprese e del Made in Italy, a margine del suo intervento al Meeting di Rimini, organizzato da Comunione e liberazione. “Nello Spazio c’è l’economia del futuro – ha detto -. Noi siamo vocati allo Spazio, che è nato in Italia, e noi, nella manovra economica, faremo un collegato che definirà le attività dell’uomo nello Spazio e questo ci permetterà di incrementare la nostra leadership in questa colonizzazione dello Spazio”.

Urso: “Protagonisti della colonizzazione dello Spazio

Lo scorso luglio, sempre il ministro Urso, durante una conferenza stampa organizzata dall’Intergruppo parlamentare Space economy, aveva già anticipato che il governo della premier Meloni presenterà “la normativa sullo Spazio già nella prossima legge Finanziaria come collegato alla manovra, così come fatto l’anno scorso con i collegati sul Made in Italy e sulla riforma degli incentivi”. Urso aveva poi spiegato che l’obiettivo dell’Italia è quello di poter diventare “protagonisti della colonizzazione dello Spazio”.

WHITEPAPER
Droni e space economy: cosa dice il mercato? E cosa dice la legge?
E-Commerce
Supply Chain Management

Il ministro: “Una legge in tempi rapidi”

Sulla necessità di una nuova legge per lo Spazio, in un’ intervista esclusiva a www.spaceconomy360.it, lo scorso aprile, il ministro Urso aveva spiegato che “per ‘governare’ meglio questi fenomeni è necessaria una revisione del quadro regolatorio sul piano nazionale, per adeguarlo alle sfide emergenti e di particolare attualità”. E nella stessa intervista, il ministro aveva evidenziato che “ad oggi l’Italia non è dotata di una legge complessiva, volta a regolamentare le attività spaziali nazionali. Noi contiamo di vararla in tempi rapidi anche per inquadrare gli ambiti di attività degli attori privati nello Spazio, un fenomeno sempre più significativo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4