LA NOMINA

Spazio e ricerca, Giacomo Cao confermato alla presidenza di Crs4

Il presidente del Distretto aerospaziale della Sardegna rimarrà per altri tre anni alla guida del Centro della Regione: “Ci sono da raggiungere importanti traguardi sulle tecnologie quantistiche e sull’esplorazione dello spazio”

24 Mag 2022

Antonello Salerno

Giacomo Cao
Giacomo Cao, presidente del Dass

L’amministratore unico del Crs4, il Centro di ricerca, sviluppo e studi superiori della Sardegna, rimarrà anche per i prossimi tre anni Giacomo Cao, docente del dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali dell’Università di Cagliari e presidente del Distretto aerospaziale della Sardegna (Dass). A deciderlo è stata l’assemblea dei soci del Centro, che si è riunita per l’approvazione del bilancio societario, alla presenza del socio unico Sardegna Ricerche rappresentato dalla direttrice generale Maria Assunta Serra.

Nel corso dell’assemblea – si legge in una nota delCsr4 – l’amministratore unico ha riassunto i principali risultati raggiunti del mandato conferitogli il 9 luglio del 2021: 47 accordi di collaborazione sottoscritti a titolo non oneroso, tra questi anche quello stipulato con l’Associazione “La Sardegna verso l’Unesco” per il riconoscimento dei nuraghi quale patrimonio dell’umanità; 61 contratti stipulati per progetti e servizi, per un valore complessivo di 4.252.810 euro; 98 articoli scientifici, atti di congresso e capitoli di libro pubblicati o in corso di pubblicazione di cui 8 a firma dello stesso amministratore, su prestigiose riviste scientifiche internazionali; 2 domande di brevetto depositate, di cui uno vede tra gli inventori l’amministratore; 2 marchi depositati; 32 comunicati stampa; 875 uscite sui media locali, nazionali e internazionali; 16 precari storici assunti a tempo indeterminato; implementazione del primo piano della performance nella storia del CRS4 a partire dall’annualità 2022; ristrutturazione dell’organigramma aziendale per migliorarne l’efficacia e l’efficienza gestionale; analisi professionale del fenomeno di stress da lavoro correlato; partecipazione all’Expo di Dubai 2021-2022 con una parete interattiva di proprietà del Centro dislocata nel padiglione Italia; investimento da 5 milioni di euro per il rinnovo dell’infrastruttura computazionale; attivazione di un programma di ricerca e sviluppo nel campo dei computer quantistici; attivazione del settore di ricerca “aerospazio e tecnologie digitali”; creazione di un advisory board (comitato consultivo) di alto profilo tecnico e scientifico a livello internazionale.

“Ringrazio sentitamente il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas e Sardegna Ricerche per aver apprezzato il lavoro svolto in questo primo biennio. Sono contento di poter proseguire nel mandato per raggiungere importanti traguardi con particolare riferimento alle tecnologie legate ai computer quantistici e all’esplorazione dello spazio profondo che avranno una crescita esponenziale nei prossimi decenni. Vorrei sottolineare inoltre che negli ultimi mesi il Crs4 ha partecipato alla sottomissione di progetti di ricerca e sviluppo per un valore complessivo di oltre 550 milioni di euro, che potranno dare un significativo contributo alla crescita del Centro”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5