LA FUSIONE

Eutelsat-OneWeb, gli azionisti approvano il merger: parte la sfida a Starlink

Condividi questo articolo

La nuova società manterrà la sede principale a Parigi e continuerà a essere quotata in Borsa. Il presidente Dominique D’Hinnin: “Momento storico per l’industria satellitare: forniremo connettività integrata, continua e affidabile ai clienti di tutto il mondo”

Pubblicato il 29 Set 2023

Eutelsat 10B format 16-9 V2

Un nuovo concorrente per Starlink di Elon Musk: la fusione tra la francese Eutelsat e la britannica OneWeb, che dovrebbe dare vita a un colosso europeo nella corsa a internet dallo Spazio, è stata approvata dagli azionisti.

La nuova società manterrà la sede principale a Parigi e continuerà ad essere quotata. Dovrebbe generare un fatturato di “circa 2 miliardi di euro nel 2027”, con una crescita di oltre il 10% all’anno, secondo un comunicato stampa.

La compagine azionaria

Oltre al conglomerato indiano Bharti (30%) ed Eutelsat (22,9%), il capitale di OneWeb comprende il governo britannico (17,6%), la giapponese Softbank (17,6%) e il conglomerato coreano Hanwa (8,8%). Eutelsat invece è controllata al 20% da Bpifrance, la banca pubblica d’investimento dello Stato francese, nonché dallo Strategic Participation Fund detenuto da sette assicuratori francesi, il resto del capitale è flottante.

Leadership globale

Il neonato Eutelsat Group è strategicamente posizionato per essere un leader globale nelle comunicazioni spaziali. La potente flotta Geo di Eutelsat (in orbita geostazionaria) combinerà la densità di rete e l’elevato throughput con la bassa latenza e l’ubiquità della costellazione Leo di OneWeb (in orbita bassa) per offrire ai clienti servizi di connettività globali e completamente integrati. Questa combinazione conferma che Eutelsat è un pioniere dell’industria spaziale e una società leader nell’innovazione della tecnologia spaziale.

Rete OneWeb in crescita

Con la rete OneWeb già attiva e destinata ad essere operativa a livello globale entro la fine del 2023, il servizio combinato Geo-Leo aprirà ai clienti nuovi mercati e applicazioni, tra cui la connettività fissa (backhaul e reti aziendali), i servizi governativi e la connettività mobile (marittima e inflight). I servizi di trasmissione e video rimarranno parte integrante dell’attività di Eutelsat Group e continueranno a fornire ai clienti servizi innovativi e impareggiabili, compresi i nuovi servizi video nativi Ip, alla convergenza tra banda larga e trasmissione.

Unico operatore Geo-Leo

La chief executive officer Eva Berneke ha spiegato che “Eutelsat Group è l’unico operatore Geo-Leo nel settore delle comunicazioni satellitari in grado di offrire un servizio di connettività onnipresente. Siamo in grado di soddisfare una gamma più ampia di esigenze dei clienti e di fornire servizi di connettività ibrida dove sono richiesti in tutto il mondo”.

Massimizzare i risultati finanziari

Dominique D’Hinnin, presidente del consiglio di amministrazione, ha dichiarato che “questo è un momento storico per l’industria satellitare. Ci muoveremo rapidamente per accelerare la crescita dell’azienda. Con il sostegno degli azionisti strategici di entrambe le società, siamo fiduciosi di massimizzare i risultati finanziari e l’eccellenza operativa, capitalizzando al contempo l’investimento ad alto rendimento dei satelliti di prossima generazione”.

Gli ha fatto eco Sunil Bharti Mittal, vicepresidente del board: “Si tratta di un’importante pietra miliare per noi, i nostri partner e i clienti che serviamo. L’azienda combina una strategia, una tecnologia e un talento irresistibili, in grado di fornire risultati in diversi mercati e settori verticali”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3