L'APPROFONDIMENTO

Internet satellitare e streaming Hd, destini incrociati per gli Ott

Distribuzione al bivio: cresce la fame di contenuti video in alta qualità e in diretta, ma la rete terrestre rischia di essere insufficiente per le trasmissioni. Decisive per il futuro del servizio le telecomunicazioni spaziali

01 Nov 2022

Paolo Marelli

graph-ftth-subscriptions-europe

Eventi sportivi live, film, serie tv, documentari da vedere su dispositivi mobile, tablet e televisori di ultima generazione. È boom del consumo di video. Una tendenza in continua crescita per i telespettatori di tutto il mondo: dall’Europa all’America, dall’Asia all’Africa, passando per il Medioriente. Ma la sfida da vincere per le emittenti e media company è una sola: come offrire un servizio di alta qualità, indipendentemente dalla rete e dalla connessione disponibile? 

Ci sono Paesi in cui la domanda di visualizzazione multi-dispositivo sta crescendo più velocemente della capacità che la distribuzione over-the-top (Ott), cioè delle media company che offrono servizi e contenuti direttamente via Internet, bypassando cioè sistemi di distribuzione tradizionali, possa offrire: ecco perché la trasmissione satellitare è in una posizione ideale per espandere la distribuzione Ott e soddisfare questo bisogno.

Infatti sempre più società di broadcasting si affidano per trasmettere i loro contenuti alla rete di satelliti di Eutelsat, l’azienda di telecomunicazioni satellitari con sede a Parigi in Francia che è in grado di raggiungere il 99% della popolazione mondiale, entrando in 274 milioni di case del Pianeta e offrendo una connessione alla massima velocità e un’ottima copertura di rete.

Offrire un’esperienza di qualità

Le media company devono fornire contenuti video di qualità al loro pubblico in qualsiasi luogo, ovunque e su qualsiasi dispositivo, ma ciò è reso difficile dalla qualità della connessione Internet nelle aree con poco copertura di rete. Problemi di latenza, larghezza di banda limitata e mancanza di pacchetti di dati a buon mercato sono la sfida per le società che devono fornire video di alta qualità in queste zone. Non a caso, chi è in grado di offrire un’esperienza visiva affidabile e in alta definizione saranno in grado di conquistare rapidamente e continuamente il mercato mondiale degli spettatori. Tuttavia, ciò comporta il superamente di alcuni ostacoli, in particolare sula larghezza di banda e della fornitura. Esaminiamo queste sfide in dettaglio.

WHITEPAPER
Ottieni una pianificazione veloce e affidabile nel tuo marketing: scopri come!

Il limite della scalabilità

Il contenuto Ott è distribuito tramite unicast, offrendo a ciascun spettatore un IP stream personalizzato. Di conseguenza, più persone utilizzano un servizio Ott, maggiore è la larghezza di banda necessaria: offrire uno streaming live continuo di alta qualità con un livello di affidabilità sufficiente per raggiungere milioni di clienti non è il massimo per il settore Ott, poiché i provider di servizi Internet spesso non sono in grado di mettere a disposizione una larghezza di banda sufficiente per questo scopo. Pertanto, esiste un alto rischio di congestione delle reti terrestri, in particolare nelle ore di punta e per i contenuti molto seguiti come eventi sportivi o programmi Tv popolari. In Italia, per esempio, quando un servizio di streaming sportivo ha iniziato a trasmettere in diretta partite di calcio l’anno scorso, i problemi di capacità di streaming hanno portato a una serie di interruzioni tecniche che hanno interrotto diversi match.

L’ostacolo dei costi

Poiché i costi di distribuzione della Cdn (Content delivery network) aumentano in linea con la crescita dell’audience, al di sopra di un certo punto la trasmissione con fibra diventerebbe più costosa della connessione tramite satellite, rendendo la prospettiva di uno streaming live di alta qualità impraticabile per una grande piattaforma di pay Tv.

La fibra non basta più

A seconda della posizione, la banda larga terrestre non è sempre in grado di fornire una qualità Hd per soddisfare questa domanda. Un servizio Hd distribuito da Ott in Europa oggi richiede circa 700 Gigabyte al mese per famiglia e richiede una velocità di picco sostenibile di 20 Mbps per famiglia. La penetrazione della fibra sta progredendo, ma è ben lungi dal raggiungere tutte le famiglie, anche in Europa, entro il 2026.

La mancanza di copertura globale

Per motivi economici e geografici, le aree di servizio delle reti terrestri di solito non possono raggiungere una copertura del 100% del globo. Per le aree a densità abitativa molto bassa, le reti di comunicazione terrestri comporterebbero un costo medio per persona eccessivo. Ecco perché per le regioni montuose è così difficile implementare l’infrastruttura necessaria per il funzionamento di queste reti.

Perché la trasmissione satellitare aiuta

Il satellite potrebbe essere la soluzione praticabile per integrare Ott e soddisfare la domanda crescente di contenuti video di alta qualità. Infatti, a differenza delle soluzioni terrestri, la distribuzione satellitare non necessita di un’ampia infrastruttura locale per funzionare. Inoltre la soluzione satellitare non è solo più economica delle reti terrestri a lungo termine, ma è anche più affidabile. Perché? Prima di tutto evita il rischio dei colli di bottiglia nella copertura di rete, in particolare con contenuti popolari come gli eventi sportivi. In secondo luogo, perché la larghezza di banda del satellite è interamente dedicata al servizio video e non c’è limite al numero di canali Hd o Ultra Hd che possono essere trasmessi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3