IL DATABASE

La prima mappa dell’innalzamento dei mari: simulazioni Nasa fino al 2150

Il tool consente di effettuare proiezioni da qui ai prossimi decenni grazie ai dati satellitari e all’analisi dei big data tenendo conto dello storico. Uno strumento utile soprattutto ai governi per mettere a punto strategie in chiave di lotta al cambiamento climatico

15 Gen 2024

Paolo Marelli

sealevel Nasa

Anche l’Italia rientra in questo scenario allarmante. Come tutta l’area del Mediterraneo. Il Sea Level Change Team della Nasa ha realizzato la prima mappa interattiva, con una simulazione dal 2020 al 2150, sull’innalzamento dei mari. Una previsione preoccupante resa possibile dai dati satellitari e all’analisi dei big data, tenendo conto dello storico. Si tratta di uno strumento consultabile online da tutti, ma utile soprattutto ai governi allo scopo di mettere a punto strategie in chiave di lotta al cambiamento climatico.

Prima mappa interattiva

Per utilizzare questo strumento è sufficiente cliccare in qualsiasi punto dell’oceano o delle coste e scegliere un decennio tra il 2020 e il 2150: il tool fornisce una descrizione dettagliata dell’innalzamento dei mari grazie al sesto Rapporto di valutazione dell’Ipcc (Intergovernmental panel on climate change), il Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite che si occupa della valutazione scientifica dei cambiamenti climatici.

WHITEPAPER
Droni e space economy: cosa dice il mercato? E cosa dice la legge?
E-Commerce
Precision agricolture

Simulazione utile per i governi

In un contesto di riscaldamento climatico, il livello del mare in tutto il mondo si è innalzato e si prevede che continuerà ad aumentare in futuro. Le proiezioni del futuro innalzamento del livello del mare sono fondamentali per i responsabili politici che cercano di comprendere e tenere conto degli impatti del livello del mare sulle loro comunità. Determinare quali proiezioni utilizzare e avere accesso a tali proiezioni e ai dati sottostanti sono sfide che le parti interessate devono affrontare.

Valutazione scientifica del clima

Il Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (Ipcc – Intergovernmental panel on climate change) è l’organismo delle Nazioni Unite che si occupa della valutazione scientifica dei cambiamenti climatici. L’Ipcc è stato creato per fornire ai responsabili politici valutazioni scientifiche periodiche sui cambiamenti climatici, sulle loro implicazioni e sui potenziali rischi futuri. L’Ipcc esamina e distilla la letteratura scientifica e fornisce proiezioni di consenso sui futuri livelli del mare in tutto il mondo in base a una serie di possibili scenari futuri.

I dati del sesto rapporto dell’Ipcc

Lo strumento di proiezione del livello del mare della Nasa consente agli utenti di visualizzare e scaricare i dati di proiezione del livello del mare del sesto Rapporto di Valutazione (Ar6 – 6th Assessment Report) dell’Ipcc pubblicato nel 2021. L’obiettivo di questo strumento è quello di fornire un accesso e una visualizzazione semplici e migliorati alle proiezioni di consenso contenute nel rapporto. Il target di riferimento è ampio, in modo da consentire a un pubblico generico e agli scienziati di interagire con le informazioni contenute nell’Ar6.

Proiezioni fino al 2150

Lo strumento consente agli utenti di visualizzare le proiezioni del livello del mare a livello globale e regionale dal 2020 al 2150, nonché le differenze tra queste proiezioni a seconda dello scenario futuro. Gli utenti possono cliccare su un punto qualsiasi dell’oceano per ottenere la proiezione Ipcc del livello del mare per quella singola località. Sono inoltre forniti i contributi dei diversi processi fisici al futuro innalzamento del livello del mare, indicando quali processi saranno i fattori dominanti del futuro livello del mare per una determinata località.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4