IL BANDO

L’Agenzia spaziale a caccia di 8 collaboratori amministrativi: candidature entro il 30 maggio

Condividi questo articolo

Le risorse saranno assunte a tempo pieno e indeterminato nella sede di Roma. Dovranno occuparsi anche della gestione di flussi documentali e del mantenimento e implementazione di banche dati informatizzate. Ecco come partecipare alla selezione

Pubblicato il 14 Mag 2024

00-1

L’Agenzia spaziale italiana assume. L’Asi è a caccia di 8 collaboratori amministrativi. Figure professionali da inserire nel proprio organico con sede di lavoro a Roma. Le candidature rimarranno aperte fino al 30 maggio (scarica qui il bando per partecipare).

Selezione tramite concorso

La selezione pubblica per titoli ed esami (prova scritta e orale) mira al reclutamento di otto addetti in ambito amministrativo, con livello professionale VII, da assumere con contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, da destinare alle unità organizzative dell’Agenzia. Tra i requisiti richiesti il diploma di scuola media superiore e la conoscenze della lingua inglese, oltre che la conoscenza del sistema operativo “Microsoft Windows” e della software suite di “Microsoft 365 (Office)”. 

Mansioni da svolgere

Le mansioni richieste per questo tipo di impiego sono le seguenti: gestione di flussi documentali e mantenimento/implementazione di banche dati informatizzate; utilizzo degli strumenti di archiviazione e/o protocollazione informatica; predisposizione di istruttorie; predisposizione di note di comunicazione interna ed esterna; organizzazione e gestione meeting e, infine, analisi e gestione delle esigenze di segreteria. 

Prova scritta e orale

Il concorso di selezione è per titoli ed esami, con questi ultimi che consistono in una prova scritta ed una prova orale. La prova scritta, in lingua italiana, consisterà in un test composto da quesiti a risposta multipla e/o a risposta sintetica ed è diretta ad accertare le conoscenze del candidato in merito alle attività oggetto del contratto da stipulare. Alla prova orale saranno ammessi i candidati che abbiano riportato nella prova scritta un punteggio pari ad almeno 21/30. La prova orale, anch’essa in lingua italiana, è volta a verificare il possesso dei requisiti attitudinali/comportamentali (soft skills) e professionali richiesti.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4