TRAFFIC MANAGEMENT

Iris debutta sul volo Milano-Amsterdam di EasyJet. Ita Airways pronta al “decollo”

La tecnologia satellitare europea utilizzata per la gestione del traffico aereo e la riduzione delle emissioni di carbonio. In campo anche Viasat. Altre compagnie si preparano all’adozione e nel 2024 saranno aggiunte sempre più tratte

01 Feb 2024

Paolo Marelli

easyJet_take_off_pillars

Sono decollati i primi voli commerciali (sulla rotta Milano-Amsterdam di easyJet) che utilizzano la tecnologia satellitare Iris per contribuire a modernizzare la gestione del traffico aereo e ridurre le emissioni di carbonio.

L’innovativo programma Iris, portato avanti dall’Esa (Agenzia spaziale europea) e dalla società di comunicazioni Viasat, collega digitalmente i piloti con i controllori del traffico aereo, attraverso i satelliti, consentendo un instradamento più efficiente dei voli. Oltre a risparmiare tempo, si prevede che, grazie alla riduzione del consumo di carburante, le emissioni di anidride carbonica potrebbero essere ridotte in modo significativo. Ciò contribuirà all’obiettivo Ue di raggiungere le emissioni zero di carbonio entro il 2050. 

Debutto sui voli Milano-Amsterdam

Diverse compagnie aeree sono in procinto di firmare per l’utilizzo di Iris, ed easyJet è stata la prima compagnia aerea a effettuare un volo inaugurale utilizzando la tecnologia sulla sua rotta Milano-Amsterdam. L’implementazione di Iris da parte di easyJet continuerà, e altri aeromobili saranno dotati di questa tecnologia nel corso del 2024.

WHITEPAPER
Cos’è la space economy, in pratica: norme, regole e trend
Robotica
EdTech

Piloti e controllori: migliori comunicazioni

Utilizzando le comunicazioni satellitari, Iris fornisce collegamenti sicuri, affidabili e veloci ad alta larghezza di banda tra i piloti e i controllori del traffico aereo. Questo integra l’uso attuale delle frequenze radio che stanno per esaurirsi nello spazio aereo congestionato d’Europa. Il sistema supporta traiettorie di volo più dirette, che portano a tempi di volo più brevi con un minor consumo di carburante e quindi generano minori emissioni. Anche i passeggeri ne beneficeranno direttamente, riducendo i ritardi.

Più sicurezza, meno costi

Iris è anche in prima linea per mettere in atto l’iniziativa Single European Skies, che mira ad affrontare la frammentazione dello spazio aereo europeo, con miglioramenti in termini di sicurezza, capacità, efficienza dei costi e impatto ambientale.

Sì anche da Ita Airways

Mentre easyJet è la prima compagnia aerea a utilizzare Iris per un volo commerciale, anche altre compagnie aeree europee doteranno gli aerei di Iris. Per esempio, la compagnia di bandiera italiana Ita Airways ha confermato di voler aderire al programma.

Iris oltre l’Europa

Iris è destinato a espandersi oltre l’Europa. Chiamata Iris Global, questa prossima fase del progetto vedrà anche lo sviluppo del sistema per un potenziale utilizzo nei sistemi aerei a pilotaggio remoto. Operando al di là della linea visiva, questi velivoli otterrebbero un vantaggio vitale in termini di sicurezza grazie al livello supplementare di resilienza fornito dalle comunicazioni satellitari Iris.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4