L'ACCORDO

Logistica spaziale, Space Machines si affida a Siemens Xcelerator as a Service

Il progetto prevede la progettazione e realizzazione dell’Optimus Orbital Servicing Vehicle destinato a fornire servizi logistici e di trasporto nello spazio. Si tratta di uno dei più grandi veicoli spaziali commerciali mai progettati, prodotto e assemblato in Australia, ed è attualmente in fase di sviluppo presso il Tech Lab della University of Technology di Sydney

07 Dic 2023

Paolo Marelli

unnamed-2

Space Machines Company (Smc), startup australiana specializzata nella fornitura di servizi di tipo logistico e di manutenzione all’interno dello spazio orbitale, si è affidata Siemens Digital Industries Software, utilizzando il portfolio di software per l’industria Siemens Xcelerator per progettare e costruire l’Optimus Orbital Servicing Vehicle.

Questo prodotto, uno dei più grandi veicoli spaziali commerciali mai progettati, prodotto e assemblato in Australia, è attualmente in fase di sviluppo al Tech Lab della University of Technology di Sydney.

Posizionamento dei satelliti più facile

L’Optimus, che pesa 270 chilogrammi, sarà trasportato nello spazio da un vettore SpaceX lanciato dagli Stati Uniti, e posto in orbita con lo scopo di agevolare il posizionamento dei satelliti commerciali nei loro percorsi orbitali intorno alla Terra e oltre, nonché per fornire servizi di assistenza ai numerosi satelliti in orbita nello spazio. La missione principale di Optimus consisterà nell’operare la manutenzione degli altri satelliti in orbita, riparandoli e prolungandone la vita operativa.

WHITEPAPER
Magazzino 4.0: come automatizzare la logistica in entrata
Smart logistic
Automazione industriale

Riduzione dei costi

Smc utilizza il software Nx per la progettazione e per la modellazione, il software Simcenter per l’analisi e per la simulazione termomeccanica degli elementi, ed infine la soluzione SaaS (Software as a service) Teamcenter X, basata sul cloud, per la gestione del ciclo di vita del prodotto, o Plm (Product lifecycle management). Quest’ultima ha contribuito a generare una riduzione sia dei costi che dei tempi per i diversi team che lavorano su Optimus, garantendo al contempo un aumento della loro produttività.

Innovazione spaziale

“I servizi logistici e di assistenza in orbita – dice Rajat Kulshrestha, ceo di Space Machines Company -.
rappresentano la nuova frontiera dell’innovazione spaziale. Molti aspetti critici della nostra vita quotidiana, come le attività bancarie, le previsioni meteorologiche e le reti globali di telecomunicazione, dipendono dalla capacità dei satelliti di garantire questi fondamentali servizi. Attualmente sono oltre 7.000 i satelliti attivi in orbita intorno alla Terra. Questi satelliti, nonché quelli nuovi che stanno per essere mandati in orbita, hanno bisogno di un ambiente operativo sicuro e sostenibile. Noi possiamo fornire ai nostri clienti delle soluzioni di assistenza e di sicurezza in orbita particolarmente sollecite e convenienti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5