I PILLAR DI SPACECONOMY360

Internet via satellite, come scegliere il miglior provider

Copertura del segnale, velocità di upload e download, ampiezza di banda e prezzi per abbonamento e dispositivi i quattro fattori da considerare per selezionare l’offerta più conveniente in base alle specifiche esigenze

29 Dic 2023

Paolo Marelli

Starlink di SpaceX e OneWeb sono concorrenti su questa nuova frontiera della telecomunicazioni. Sono infatti i due provider più noti nel mondo per i servizi di Internet via satellite. Eppure ce ne sono altri, meno conosciuti. E altri ancora, c’è da scommetterci, si aggiungeranno in un futuro prossimo, perché la domanda di banda ultralarga è elevata, perché superare il digital divide è un comandamento della transizione digitale, perché questo segmento di mercato è in continua crescita.

Allora, come scegliere il miglior provider per Internet via satelliteEcco una mini guida con una serie di consigli utili per fare la scelta giusta e trovare il miglior provider per avere una connessione alla Rete a banda ultralarga. Sono quattro i fattori da tenere in considerazione per selezionare l’offerta più conveniente e vantaggiosa in base alle proprie esigenze e stili di navigazione.

Copertura

Anzitutto, la copertura. In teoria, i fornitori di Internet via satellite offrono una connettività a livello nazionale. Ma, in pratica, questa copertura può variare da un provider all’altro. Per questo motivo, non si deve scegliere un fornitore qualsiasi, bensì occorre capire se il provider offra connettività nella zona in cui si vive o meno. Solo una volta appurato questo aspetto si può decidere per quale fornitore optare.

WHITEPAPER
Cos’è la space economy, in pratica: norme, regole e trend
Robotica
EdTech

Velocità

Secondo fattore: la velocità. Se si acquista Internet via satellite solo per una velocità di 30 Mbps o 40 Mbps, è possibile ottenere anche la connettività in fibra ottica o con la tecnologia mista Fwa. Finché si dispone di connettività alla Rete tramite la fibra, non ha senso dotarsi di Internet via satellite. Per questa ragione, è necessario considerare la velocità offerta dal provider e solo dopo scegliere l’Isp (Internet service provider) giusto per soddisfare i propri bisogni e in linea con il proprio budget.

Costo dell’apparecchiatura

Terzo elemento: il costo dell’apparecchiatura. Si tratta di una “voce” da valutare con attenzione. Alcuni Isp addebitano un importo elevato per l’attrezzatura alla sottoscrizione del contratto. Il motivo è che gli strumenti che installeranno a casa o in ufficio sono costosi. Altri provider invece spalmano questa spesa includendola nel canone mensile.

Larghezza di banda

Da ultimo, la larghezza di banda. I provider di Internet via satellite offrono una velocità eccellente. Tuttavia, l’eccellente velocità non serve a nulla se la larghezza di banda è piuttosto ridotta. Si finisce per esaurire la larghezza di banda in men che non si dica. Inutile dire che occorre prendere in considerazione anche la larghezza di banda e solo allora scegliere l’Isp satellitare.

Una volta confrontati i provider presenti sul mercato delle connessioni satellitari sulla base di questi quattro parametri, la scelta del fornitore del servizio di Internet via satellite sarà una strada in discesa.

Che cos’è e come funziona

Internet via satellite prevede l’installazione di un’antenna parabolica che trasmette direttamente le informazioni da e verso il satellite. Il satellite è dotato di un uplink e di un downlink che consentono di navigare facilmente in Internet.

È possibile collegare un’antenna parabolica al router wifi. Una volta fatto questo, si è in grado di creare una rete Wifi a domicilio, alla quale collegare vari dispositivi e navigare al top delle performance.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3