L’APPALTO

Navigazione aerea, Thales Italia protagonista del maxi progetto per l’Aeronautica Reale olandese

Condividi questo articolo

L’azienda si aggiudica un contratto per l’aggiornamento di 13 sistemi di atterraggio strumentale e apparecchiature per la misurazione della distanza. Tutta la fase produttiva e di manutenzione viene gestita dallo stabilimento di Gorgonzola (Milano), centro di competenza mondiale

Pubblicato il 17 Ott 2023

Foto

Thales, gigante da 77 mila dipendenti in 68 Paesi nel mondo e un fatturato di 17,6 miliardi di euro nel 2022, si è aggiudicata l’appalto con l’Aeronautica Reale olandese per l’aggiornamento di 13 sistemi di navigazione aerea: più precisamente sistemi di atterraggio strumentale e apparecchiature per la misurazione della distanza. Questo aggiornamento aumenterà la sicurezza e l’efficienza dei sistemi in uso, consentendo agli aerei militari e civili di atterrare con precisione anche in condizioni meteorologiche avverse e soddisfacendo i requisiti di sicurezza richiesti dalla Nato.

Cruciale lo stabilimento italiano

Tutta la fase produttiva e di manutenzione sarà gestita dallo stabilimento Thales di Gorgonzola (Milano): creazione del prodotto design, progettazione e prototipazione. E ancora: validazione e qualifica; vendita e installazione, compresa la definizione delle opere civili; assistenza all’omologazione; formazione del personale; manutenzione ed assistenza sia in sito che da remoto.

Forniti 10 mila sistemi a 170 Paesi

La recente ristrutturazione dello stabilimento Thales di Gorgonzola, con l’unificazione in Italia di tutte le attività riguardanti i sistemi di aiuto alla navigazione e sorveglianza non radar – prima divise tra la sede italiana e quella di Ditzigenn in Germania – ha reso il sito Thales di Gorgonzola unico in Europa e centro di competenza mondiale. Thales Italia ha già fornito 10.000 sistemi in 170 Paesi. 

Navigazione aerea più sicura

La Royal Netherlands Air Force ha confermato, dunque, la sua fiducia in Thales e ha assegnato alla società un contratto per l’aggiornamento di 13 sistemi di navigazione aerea Ils (Instrument Landing System) e Dme (Distance Measuring Equipment). I componenti attuali stanno infatti raggiungendo la fine della loro vita utile e il rinnovo è essenziale per garantire la continuità delle operazioni aeree dell’Aeronautica Reale olandese.

Assistenza per 13 anni

L’aggiornamento degli attuali sistemi Ils e Dme è necessario per garantire la continuità delle operazioni di volo della Royal Netherlands Air Force in condizioni meteorologiche avverse. La vita utile dei 13 Ils /Dme coinvolti sarà estesa almeno fino al 2035 con la sostituzione dei componenti che influiscono sull’operatività a causa della loro età. Inoltre, Thales fornirà il servizio di manutenzione e supporto tecnico per garantire il massimo livello di assistenza per i prossimi 13 anni.

Le più avanzate tecnologie

Kais Mnif, direttore generale del segmento di sorveglianza non radar e navigazione di Thales, ha spiegato che “i sistemi Ils e Dme forniscono una guida precisa agli aeromobili durante la loro fase di avvicinamento e di atterraggio in tutte le condizioni meteorologiche, anche quelle di scarsa o nulla visibilità, condizione essenziale affinché il pilota possa completare la missione in sicurezza.
Con Thales, la Royal Netherlands Air Forces ha scelto le più avanzate tecnologie Ils e Dme disponibili sul mercato per equipaggiare le proprie basi aeree e garantire le proprie capacità operative in ogni momento e in ogni condizione atmosferica, in modo che possano adempiere alle missioni di difesa nazionale nel rispetto del mandato della Nato”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4