IL REPORT

Navigazione satellitare e osservazione della Terra: use case e best practice

L’Euspa pubblica la seconda edizione del Rapporto sul mercato EO e Gnss che approfondisce applicazioni pratiche e i benefici e delinea la traiettoria di crescita. Il giro d’affari stimato per il 2023 vede il Gnss a quota 580 miliardi di euro e l’Earth observation a quasi 6 miliardi

26 Gen 2024

Paolo Marelli

Copernicus-Programme

In un’epoca in cui le soluzioni innovative sono essenziali per il progresso, le tecnologie di osservazione della Terra (Eo – Earth observation) e del Sistema globale di navigazione satellitare (Gnss) emergono come cardini per affrontare le sfide della società e potenziare i processi aziendali. Nel 2023, il fatturato globale del Gnss e dell’osservazione della Terra è ammontato rispettivamente a circa 260 miliardi di euro e 3,4 miliardi di euro. Le proiezioni per il 2033 indicano una crescita significativa, con il Gnss che dovrebbe raggiungere 580 miliardi di euro e l’osservazione della Terra quasi 6 miliardi di euro.

L’evoluzione di questi due settori di mercato della space economy sono analizzati dalla seconda edizione del “Rapporto sul mercato Euspa Eo e Gnss”, pubblicato dall’Agenzia dell’Unione Europea per il Programma Spaziale (Euspa).

15 segmenti di mercato

Il rapporto classifica le applicazioni in 15 segmenti di mercato, rivolgendosi a diversi soggetti interessati, dai cittadini alle imprese, dai governi alle industrie, dalle organizzazioni internazionali alle Ong e ai ricercatori.

WHITEPAPER
Cos’è la space economy, in pratica: norme, regole e trend
Robotica
EdTech

Queste applicazioni abbracciano settori chiave quali agricoltura, aviazione e droni, clima, ambiente e biodiversità, soluzioni per i consumatori, turismo e salute, gestione delle emergenze e aiuti umanitari, energia e materie prime, pesca e acquacoltura, silvicoltura, infrastrutture, assicurazioni e finanza, trasporti marittimi e fluviali, ferroviario, stradale e automobilistico, spazio, sviluppo urbano e patrimonio culturale.

Transizione digitale e green

Euspa spiega che l’adozione delle tecnologie Eo e Gnss è sostenuta da fattori trainanti del mercato, tra cui la transizione digitale, il cambiamento climatico, la crescita demografica, la domanda di energia, le sfide della catena di approvvigionamento e l’ascesa della nuova imprenditoria spaziale.

Fatturato Gnss raddoppierà

Il fatturato del mercato Gnss, che comprende le vendite di dispositivi e servizi, è destinato a più che raddoppiare, passando da circa 260 miliardi di euro nel 2023 a quasi 580 miliardi di euro nel 2033. I segmenti del mercato di massa, come le soluzioni per i consumatori, il turismo e la salute, e il settore stradale e automobilistico, sono destinati a dominare, fornendo la grande maggioranza delle spedizioni di dispositivi e della base installata.

Osservazione della Terra in crescita

Si prevede che il mercato dell’osservazione della Terra si espanderà da 3,4 miliardi di euro nel 2023 a quasi 6 miliardi di euro entro il 2033. Questa crescita è favorita dall’imperativo di migliorare la sostenibilità, dal miglioramento dei servizi e dalla maggiore consapevolezza delle potenziali applicazioni dell’Eo. Segmenti come le assicurazioni e la finanza contribuiranno in modo significativo, insieme a settori consolidati come il clima, l’ambiente e la biodiversità, l’agricoltura, lo sviluppo urbano e il patrimonio culturale.

Soluzioni innovative

“Considerando il contesto globale odierno, caratterizzato da rapidi progressi tecnologici, cambiamenti climatici e tensioni geopolitiche in corso – afferma il direttore esecutivo dell’Euspa, Rodrigo da Costa -, questo rapporto sottolinea un’intuizione fondamentale. In mezzo a queste sfide, l’Europa ha l’opportunità di sfruttare le capacità dell’Eo e del Gnss, promuovendo soluzioni innovative che hanno un impatto positivo sulla società e giocano un ruolo nel plasmare il nostro futuro collettivo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5