IL PROGETTO

Streaming e broadband via sat: la Bei finanzia Ses per 300 milioni

Il progetto prevede la trasmissione video in alta definizione e servizi di rete. La Banca europea per gli investimenti ha stanziato le risorse per l’acquisto di tre satelliti da Thales Alenia Space: il lancio previsto nel 2024

12 Gen 2023

Paolo Marelli

Thales-SES-22-SES-23.jpg

Eib (la Banca europea per gli investimenti), l’istituzione finanziaria dell’Ue, concederà un finanziamento di 300 milioni di euro al gigante delle telecomunicazioni Ses, leader nella fornitura di connessioni satellitari di video e dati.

Il prestito di sette anni servirà per sostenere gli investimenti relativi alla progettazione, all’acquisto e al lancio di tre satelliti che forniranno servizi avanzati di trasmissione Tv in streaming e banda larga in Europa occidentale, Africa e Medio Oriente. L’importo di questo prestito è il più elevato mai concesso dalla Eib a una società con sede in Lussemburgo.

Tre satelliti di nuova generazione

Il progetto finanziato dalla Eib prevede l’acquisto di tre satelliti da Thales Alenia Space per fornire trasmissioni video e servizi di rete. Operando dal principale centro televisivo di Ses a 19,2 gradi est (Astra 1P, Astra 1Q) e 57 gradi est (Ses-26) consentirà alla società di telecomunicazioni di rafforzare la sua trasmissione satellitare in Europa e Africa, supportando anche le esigenze di connettività dinamica per aziende e governi dal cuore dell’Europa attraverso l’Africa e il Medio Oriente. Due dei tre satelliti saranno di nuova generazione, flessibili e completamente software-defined che consentiranno la riconfigurazione del servizio e l’adeguamento istantaneo in orbita alle richieste dei clienti Ses. Tutti e tre i satelliti, quando saranno lanciati nel 2024, saranno gestiti dalla sede centrale di Ses in Lussemburgo.

WHITEPAPER
Hybrid Workplace: realizzarlo in 5 step con la giusta tecnologia
Networking
Risorse Umane/Organizzazione

Sostegno alla politica spaziale dell’Ue

Il vicepresidente della Banca d’investimenti europea, Kris Peeters, ha spiegato che “la tecnologia, i dati e i servizi spaziali sono diventati indispensabili nella vita degli europei. Sono quindi molto entusiasta di questo accordo con Ses, che sostiene direttamente la politica spaziale dell’Ue. È un grande passo verso il successo del lancio di una nuova generazione di satelliti in grado di fornire servizi avanzati di trasmissione a banda larga a beneficio sia del settore privato che di quello pubblico nell’Europa occidentale e oltre”.

Servizi Tv per 118 milioni di famiglie

Sandeep Jalan, chief financial officer di Ses, ha sottolineato che “questo prestito della Banca europea per gli investimenti diversifica le fonti di finanziamento di Ses a condizioni finanziarie interessanti. L’accordo ci consente di mantenere il nostro impegno a trasmettere contenuti di alta qualità dal nostro centro televisivo principale che serve 118 milioni di famiglie in Francia, Germania ed Europa occidentale. Questi satelliti di nuova generazione sono anche in grado di supportare i piani più ambiziosi per aziende e governi in tutta Europa e oltre, consentendo loro di entrare nella nuova era dei servizi di connettività in rete”.

Gli obiettivi della Gigabit Society Ue

Questo finanziamento fa seguito all’impegno dell’Ue e della Eib di rafforzare il loro sostegno alle società spaziali europee. È in linea con gli obiettivi della Gigabit Society della Commissione europea affinché tutte le famiglie in Europa abbiano accesso ad almeno 100 Mbps di connettività Internet entro il 2025.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5