SATCOM

Qualcomm porta lo Snapdragon Satellite sugli smartphone evoluti

Condividi questo articolo

L’azienda di San Diego sta collaborando con i maggiori costruttori di device per l’implementazione del suo nuovo processore che permetterà di gestire l’invio e la ricezione di messaggi via satellite attraverso le reti 5G satellitari Ntn

Pubblicato il 28 Feb 2023

Nicola Desiderio

Snapdragon Satellite

Qualcomm sta collaborando con i principali costruttori mondiali di smartphone per inserire il proprio processore Snapdragon Satellite sui dispositivi 5G di prossima generazione mettendoli in grado di comunicare attraverso i satelliti della costellazione Iridium.

All’inseguimento di Apple e Samsung

L’annuncio è stato dato al Mobile World Congress di Barcellona e si sa che Honor, Motorola, Nothing, Oppo, Vivo e Xiaomi sono i partner di questa iniziativa con la quale la più grande società di microprocessori mondiale risponde al guanto di sfida lanciato da Apple e Globalstar e già raccolto da Samsung con la stessa Iridium per l’utilizzo delle reti 5G Ntn (Non-Terrestrial Network) al fine di inviare e ricevere sms e altri tipi di messaggio.

Messaggi bidirezionali

Il passo avanti, punto di forza della nuova piattaforma tecnologica messa a disposizione da Qualcomm, è che sarà possibile scambiarsi messaggi in modo bidirezionale e per più scopi, non solo in uscita e per emergenza. Sono così confermate le affermazioni fatte a mezza bocca da Matt Desch. Lo scorso ottobre il ceo di Iridium aveva fatto capire che stavano lavorando alla messaggistica satellitare, ma non solamente a quella unidirezionale.

Nuove applicazioni

Per farlo si appoggerà ai 66 satelliti che compongono la costellazione di Iridium in bassa orbita operanti in banda L offrendo una copertura globale da polo a polo con una latenza molto bassa. Una novità che sarà messa a disposizione delle aziende cha fanno capo alla Snapdragon Mobile Platform (dalla fascia 8 alla 4) e permetteranno lo sviluppo di nuove applicazioni oltre che di essere implementate in altre categorie di dispositivi come computer, automotive e Internet of Things.

Lo smartphone guarda allo spazio

“La nostra relazione di lungo corso con Honor, Motorola, Nothing, Oppo, Vivo e Xiaomi – ha affermato Francesco Grilli – è radicata nelle innovazioni e nel fornire eccezionali esperienze di connettività ai clienti. Incorporando Snapdragon Satellite nei dispositivi di prossima generazione – ha concluso il vice president of Product Management di Qualcomm Technologies – i nostri partner saranno capaci di offrire capacità di messaggistica satellitare che può permettere di comunicare intorno al mondo con tutti i fornitori di servizi di emergenza così come gli amici e la famiglia”.

Un mercato che fa gola

L’azienda di San Diego non ha fornito tempistiche, ma ha lasciato capire che arriveranno prima i dispositivi che la rete e che entrambe non tarderanno ad essere disponibili sul mercato. A chiudere il cerchio ci sarà il nuovo sistema operativo Android 14 di Google. C’è da recuperare il tempo perduto con Apple superandola nella tecnologia, con Samsung, Huawei, Motorola e molti altri attori che vedono nella connettività satellitare per gli smartphone una delle prospettive più interessanti del mercato per i prossimi anni.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2