L'ACCORDO

Banda larga in mare, Viasat e Cobham Satcom rafforzano la partnership

L’operatore americano e l’azienda danese estendono la collaborazione per moltiplicare la velocità di connessione nel settore marittimo ed energetico grazie alla nuova costellazione ViaSat-3 e ai nuovi terminali Sailor

22 Nov 2022

Nicola Desiderio

ViaSat-3

Viasat e Cobham Satcom hanno firmato un’intesa per fornire connettività satellitare avanzata ad aziende marittime energetiche integrando il potenziale della nuova costellazione ViaSat-3 con la rete di distribuzione globale dell’azienda danese specializzata nel fornire prodotti e servizi di telecomunicazioni insieme ad assistenza post-vendita anche ad agenzie governative e in aree remote.

Collaborazione dal 2015

L’accordo estende ed allarga una collaborazione esistente già dal 2015 per la fornitura a centinaia di natanti Internet ad alta velocità attraverso terminali forniti da Cobham Satcom denominati Sailor che operano in banda Ka e Ku. Con il nuovo accordo tali terminali saranno aggiornati o sostituiti per sfruttare al massimo le capacità della nuova costellazione americana il cui primo satellite dovrebbe essere lanciato in gennaio.

WHITEPAPER
Cognitive Experience Center: ecco l'AI che può davvero supportare i tuoi operatori!
Intelligenza Artificiale
Networking

In attesa di ViaSat-3

Il condizionale è d’obbligo perché il programma sarebbe dovuto partire nella prima metà del 2021 ed è arrivato più volte in ritardo. Anche per il lancio il primo accordo stipulato nel 2016 era per un Ariane 6, ma a causa del forte ritardo accumulato da quest’ultimo, ci si è affidati a SpaceX per un Falcon Heavy e a United Launch Alliance con un Atlas V. Nessuna altalena invece per il fornitore dei satelliti che è Boeing.

Capaci di un Terabit/secondo

Basati sulla piattaforma 702, opereranno anch’essi in banda Ka in orbita geostazionaria e ognuno di essi sarà in grado di smistare dati ad una velocità 1 Terabit/s andando ad aumentare la capacità dell’intera flotta di Viasat del 600%. Il primo satellite ViaSat-3 coprirà le Americhe, con il secondo l’Europa, l’Africa e il Medio Oriente e con il terzo l’area Asia-Pacifico migliorando e allargando i servizi già offerti con ViaSat-2.

Navigazione sempre più ampia

L’intesa arriva dopo l’accordo di Marlink, concorrente diretta di Cobham Satcom, con OneWeb e SpaceX e la prospettiva che il mercato della connettività marittima avrà sempre più opportunità e concorrenti, anche considerando che, con i problemi legati alla guerra Russia-Ucraina e lo scioglimento dei ghiacci, il traffico marittimo è destinato a trovare nuove rotte che dovranno essere coperte con reti di comunicazione veloci e affidabili.

Flessibilità di banda

“Costruendo la nostra relazione di lungo periodo, siamo stati capaci di collaborare da vicino durante lo sviluppo dei terminali di prossima generazione di Cobham Satcom per ottimizzare l’esperienza di connettività a banda larga offerta dai nostri futuri satelliti. In più questa immensa capacità permetterà di muoverla in modo flessibile verso le aree ad alta domanda dove la connettività marittima è concentrata” ha affermato Shameem Hashmi, vice president and general manager Maritime di Viasat.

Per ogni tipo di cliente di mare

“Ogni satellite ViaSat-3 migliorerà in modo impareggiabile la produttività verso il mercato e con il portafoglio di terminali di nuova generazione di Cobham Satcom, i partner commerciali la rete di assistenza post-vendita, collaboreremo strettamente per offrire un’esperienza completa per la navigazione da diporto, il trasporto commerciale, le navi da crociera e i clienti del settore energetico” ha aggiunto Peter Kiær, senior vice president Maritime di Cobham Satcom.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5