L'ANNUNCIO DELLA NASA

Artemis slitta ancora a causa dell’uragano Ian: il lancio tra 12 e 27 novembre


Ancora incerta la data. Il razzo Sls e la navicella spaziale Orion sono stati riportati d’urgenza nell’hangar di assemblaggio per proteggerli dalla tempesta che si è abbattuta sulla Florida. Dovranno essere eseguiti nuovi controlli e ispezioni e attendere il rientro del personale tecnico a Cape Canaveral

03 Ott 2022

Paolo Marelli

La Nasa ha deciso la nuova finestra di lancio di Artemis 1: sarà dal 12 al 27 novembre. Nei prossimi giorni sarà ufficializzata la data esatta del decollo della missione lunare senza equipaggio che farà da apripista al ritorno degli astronauti sul satellite naturale della Terra nel 2025.

Dopo due tentativi di lancio falliti (il 29 agosto e il 3 settembre) a causa di una perdita di idrogeno liquido e dopo la sospensione del conto alla rovescia del 27 settembre a causa dell’arrivo dell’uragano Ian sulla coste della Florida, sul proprio sito internet l’agenzia spaziale americana ha reso noto che si valuteranno i lavori da svolgere e si stabilirà una data precisa per il prossimo tentativo di lancio.

Razzo e navicella in buone condizioni dopo l’uragano

Il nuovo periodo per il lancio è stato deciso dopo i cambiamenti imposti dall’uragano Ian che si è abbattuto sulle coste della Florida, dove si trova il Kennedy Space Center. Maltempo che ha obbligato la Nasa a trasferire il razzo lanciato e la navicella spaziale Orion dalla rampa di lancio all’hangar di assemblaggio per motivi di sicurezza.

WHITEPAPER
Mobilità sostenibile: una guida a progetti, incentivi e ruolo chiave di sharing e veicoli elettrici

Secondo quanto riferiscono i tecnici dell’agenzia spaziale, dopo i primi controlli effettuati, risulta che “non ci sono stati danni all’hardware di volo di Artemis e che le strutture sono in buone condizioni, con solo una piccola intrusione d’acqua  in alcune parti”. Ora dovranno essere eseguiti nuovi controlli e ispezioni e attendere il rientro del personale tecnico a Cape Canaveral, dopo l’uragano.

Successivamente si provvederà anche all’aggiornamento e al nuovo test del sistema Fts, ossia il sistema che consente a un razzo di di terminare il proprio volo in maniera controllata e sicura. Dopodiché sarà ufficializzata la data esatta del nuovo lancio di Artemis 1 verso la Luna.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

N
Nasa

Approfondimenti

A
artemis
M
missione lunare
M
missioni spaziali

Articolo 1 di 5