IL PROGETTO

Microsatelliti, Esa e Iceye insieme per monitorare incendi e inondazioni

La collaborazione tra l’Agenzia e il produttore finlandese mira a sviluppare un sistema di allarme precoce per prevenire e contrastare le catastrofi ambientali

12 Ott 2023

Paolo Marelli

Rafal_Modrzewski_of_Finnish_micro-satellite_manufacturer_ICEYE_and_Josef_Aschbacher_Director_General_of_ESA_article

L’Agenzia spaziale europea (Esa) ha stretto una partnership con Iceye, azienda finlandese di microsatelliti, per migliorare i sistemi di allerta per inondazioni e incendi selvaggi ed estendere la loro copertura geografica a livello globale.

Dagli incendi alle alluvioni

L’utilizzo della tecnologia radar ad apertura sintetica consente ai satelliti di Iceye di vedere attraverso il fumo mentre i roghi stanno ancora bruciando, in modo che le squadre di emergenza possano individuare le singole abitazioni e le persone a rischio, nonché i preziosi habitat naturali. I primi soccorritori possono utilizzare queste informazioni per seguire l’evoluzione dei pericoli e valutarne l’impatto.

WHITEPAPER
Droni e space economy: cosa dice il mercato? E cosa dice la legge?
E-Commerce
Supply Chain Management

La stessa tecnologia permette anche alle squadre di emergenza di vedere attraverso le nuvole temporalesche per valutare l’estensione delle inondazioni, la loro profondità e la probabile durata, fornendo dati in tempo quasi reale. I dati satellitari possono anche aiutare a prevedere le inondazioni, a prevenire i disastri e a velocizzare i soccorsi.

Un progetto triennale

Il progetto triennale, denominato “Crisis observations and management from space” (Osservazione e gestione delle crisi dallo spazio), è un progetto di partenariato dell’Esa con Iceye nell’ambito del programma Civil Security from Space dell’Agenzia. È guidato dalla sede centrale di Iceye in Finlandia con il contributo degli uffici dell’azienda in Spagna e Polonia.

Sicurezza e resilienza

Rafal Modrzewski, ceo e co-fondatore di Iceye, ha detto che “questa partnership è un’opportunità per testare le soluzioni di monitoraggio delle catastrofi naturali. Il programma di sicurezza civile dallo Spazio dimostra l’impegno dell’Esa e della comunità spaziale europea a utilizzare la tecnologia spaziale per costruire la resilienza delle comunità”.

Josef Aschbacher, direttore generale dell’Esa, ha aggiunto che questo primo progetto di partenariato dell’Agenzia con Iceye ha l’obiettivo di sostenere “gli sforzi europei per utilizzare lo Spazio per monitorare, mitigare e risolvere gli eventi di sicurezza civile e di crisi per mantenere la sicurezza di persone, infrastrutture e risorse sulla Terra”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5